Torna il 26 dicembre il Presepe Vivente di Agliate

Preparativi ad Agliate per il 43esimo presepe vivente Presepe vivente.
memo

L’appuntamento con il Presepe vivente 2018, tradizionale e attesissima Preparativi af Agliate per il 43esimo Presepe vivente. Una rappresentazione organizzata da Comunione e Liberazione Brianza in collaborazione con la Comunità pastorale e con Avsi, che andrà in scena nel pomeriggio del 26 dicembre, giorno di Santo Stefano.
Quest'anno sarà la famiglia di Pietro Galluzzi e Maria Citterio, quest’anno, ad impersonare la natività nello scenario del parco alle spalle della millenaria basilica.
Maria Citterio è mamma di tre bambini: Caterina di sei mesi, Agnese di 3 anni e Stefano di sette; sarà proprio la piccola, Caterina, ad impersonare Gesù Bambino. Mamma Maria, 34 anni compiuti a luglio, laurea in Giurisprudenza, nella vita lavora come impiegata ed è sposata dal 2011 con Stefano Galluzzi, classe 1984, medico radiologo presso l’ospedale Valduce di Como. Maria ha infatti trascorso la sua infanzia e giovinezza a Carate e, da sempre, la sua famiglia partecipa all’organizzazione e alla rappresentazione del Presepe vivente. Per questo, quando settimana scorsa alcuni amici le hanno proposto di impersonare la sacra famiglia, non ha esitato ad accettare. "È un momento che aiuta in modo appropriato a fare memoria della nascita di Gesù" dice la mamma caratese.
Maria Citterio è mamma di tre bellissimi bambini: Caterina di sei mesi, Agnese di 3 anni e Stefano di sette; sarà proprio la piccola, Caterina, ad impersonare Gesù Bambino. Mamma Maria, 34 anni compiuti a luglio, laurea in Giurisprudenza, nella vita lavora come impiegata ed è sposata dal 2011 con Stefano Galluzzi, classe 1984, medico radiologo presso l’ospedale Valduce di Como, conosciuto quando entrambi frequentavano il liceo Don Gnocchi di Carate Brianza.