Simest - Sostegno alla solidita’ patrimoniale delle pmi esportatrici – ottobre 2016

Finalità
Miglioramento e salvaguardia della solidità patrimoniale delle PMI esportatrici, per accrescerne la capacità competitiva sui mercati esteri. A tale fine, per usufruire del finanziamento, le imprese devono presentare il loro piano di sviluppo sui mercati esteri.
L’obiettivo del finanziamento è quello di:
• migliorare il livello di solidità patrimoniale, qualora dall’ultimo bilancio approvato esso risulti inferiore al livello soglia;
• mantenere o superare il suddetto livello, qualora esso risulti uguale o superiore al livello soglia.

Beneficiari
Tutte le PMI, costituite in forma di società di capitali, aventi sede legale in Italia, che abbiano realizzato in ciascuno dei tre esercizi precedenti la presentazione della domanda, un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 35% del fatturato aziendale totale.

Tipologia di progetto
Ai fini del finanziamento è individuato un livello di solidità patrimoniale di riferimento (di seguito “livello soglia”), costituito dal rapporto tra patrimonio netto ed attività immobilizzate nette.
Il livello soglia è stato ridotto allo 0,65 per le imprese industriali/manifatturiere, rimane ad 1,00 per le imprese commerciali/di servizi. Tale livello è calcolato sull’ultimo bilancio approvato prima dell’esame della domanda di finanziamento. L’impresa può presentare domanda qualunque sia il suo livello d’ingresso rispetto al livello soglia. Non sono ammissibili domande di imprese con un livello soglia superiore a 2,00.

Agevolazione
Il finanziamento è finalizzato al miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale dell'impresa (rapporto patrimonio netto / attività immobilizzate nette) rispetto al "livello soglia". Le imprese che raggiungano il livello soglia in fase di accoglimento, possono accedere a una riduzione di garanzia.
Importo massimo finanziabile: € 400.000, fino al 25% del patrimonio netto dell'impresa richiedente.
Durata del finanziamento: massimo 7 anni, di cui 1 o 2 di preammortamento.
Non è più richiesta la forma di SpA al momento dell'erogazione.
Rimborso a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE (oggi è 0,095%) in caso di miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale.
Minori garanzie da prestare, anche in alternativa alla fideiussione bancaria, ad es. "cash collateral" costituito in pegno, in funzione della valutazione dell'impresa.

Termine di presentazione delle domande
La presentazione delle domande a valere sugli strumenti di seguito dettagliati è a sportello fino ad esaurimento delle risorse.