"Vogliamo un'Europa dei popoli" il documento di Retinopera

Sei auspici per l’Europa e altrettante raccomandazioni all’Italia.

Procede su un doppio binario parallelo e speculare il documento condiviso dalle 20 organizzazioni che compongono Retinopera. Il testo è stato presentato a Roma in vista delle elezioni europee del 26 maggio

Un’Europa democratica e partecipativa; un’Europa solidale e accogliente. Un’Europa del valore umano del lavoro e del lavoro per tutti; un’Europa della promozione della cultura, della scienza e dell’arte. Un’Europa dello sviluppo sostenibile e dell’economia integrale; un’Europa del Terzo settore e dell’associazionismo e della gratuità.

Sei auspici e altrettante raccomandazioni. I primi nei confronti “dell’Europa che vogliamo”; le seconde rivolte “a noi stessi e alla società italiana”. Sono i contenuti del documento “I 6 punti dell’Europa che vogliamo”, presentato a Roma da Retinopera, realtà alla quale Cdo aderisce assieme a 20 organizzazioni del mondo cattolico italiano che collaborano per dare concretezza ai principi della Dottrina sociale della Chiesa.

Leggi il documento cliccando qui